Ristorante

Sapori tipici della cucina calabrese

In una nuova sala ristorante, elegantemente arredata, climatizzata e con filodiffusione, serviamo piatti della tradizione mediterranea e settimanalmente la cena calabrese con degustazione di piatti tipici e la cena di gala a base di pesce fresco. Il servizio è a buffet solo per la colazione, che può essere consumata ai tavoli dell’ampia terrazza sulla spiaggia, mentre pranzo e cena sono serviti al tavolo, previa ordinazione.

 

Il piacere di scoprire e assaporare tutte le ricette di questa cucina ci conduce, attraverso i secoli, ad antichi riti e a vecchie usanze. La cucina calabrese è il risultato dell’incontro di popoli e culture diverse. I piatti tipici, infatti, hanno, oltre ai colori e ai profumi della ricca terra e del magnifico mare, il gusto di usanze e ricette prese dai Bruzi, dai Romani, dai Normanni, dagli Arabi, dagli Spagnoli, dai Francesi, dai Napoletani e dai Siciliani. 
Esaltando gli ingredienti più semplici, quali il peperoncino, l’origano, il basilico, il finocchio selvatico, qui sempre rigogliosi, e fondendoli con la ricchezza dei prodotti della terra e dell’acqua, il patrimonio di ricette si è mantenuto vivo attraverso la tradizione orale.

Alcune ricette tipiche della zona sono:
• i fileja (pasta fatta in casa con la farina di grano duro; meraviglioso il connubio con i ceci, utilizzati in vario modo);
• le pitte (il pane fatto in casa);
• la pasta con le melanzane, con i broccoli, con il nero di seppia, con la ricotta fresca, con i fagioli;
• la pasta al forno;
• le alici fritte;
• le zuppe di pesce;
• i polipi in insalata;
• le frittelle di ninnata;
• la frittura di surici;
• il tonno;
• i carciofi ripieni;
• i fiori di zucca;
• i pipi e patate (peperoni e patate);
• i chiapparelli (capperi);
• le olive schiacciate;
• i fichi secchi farciti

Ineguagliabili il sapore e il profumo dell’olio purissimo, dei vini Cirò (offerto in dono agli ospiti illustri della Magna Grecia e agli atleti vincitori delle Olimpiadi), Greco di Bianco, Lamezia, Savuto, dei liquori a base di limoncello o di liquirizia o di bergamotto; e ancora gli insaccati quali le soppressate, i capicolli, i formaggi (importanti quelli silani e del Monte Poro); i dolci con le mandorle, i mostaccioli, i torroni.